Nelle sale della casa/museo Palazzo Tozzoni, dimora settecentesca completamente arredata nel centro storico di Imola, gli Archivi di Ricerca Mazzini espongono una selezione delle loro collezioni di abiti. Non si tratta di una sfilata, neppure di un focus sulla storia del costume. La mostra dal titolo: “RICERCHE DI STILE. Gli Archivi Mazzini a Palazzo Tozzoni” è piuttosto un racconto sulle mille declinazioni di cui si è sempre nutrito il mondo della creatività in generale e quello della moda in particolare. I salotti, gli ambienti più privati, le sale di rappresentanza e le stanze destinate ai servizi di Palazzo Tozzoni, con i pregiati arredi, tessuti e dipinti originali, espressione dei diversi stili dell’abitare tre Sette e Ottocento, accolgono centocinquanta capi “capolavori” degli oltre 400 mila che, ricoprendo un ampio arco cronologico, costituiscono il grande Archivio Mazzini di Massa Lombarda al quale si rivolgono, come fonte ispiratrice, i protagonisti della moda di tutto il mondo.

Leggi
14 e 18 febbraio

Visita guidata gratuita per San Valentino

Il 14 e il 18 febbraio alle  ore 17.00 si terranno due visite guidate gratuite alla mostra. Una delle ultime possibilità di vedere e ascoltare la spiegazione della mostra in modo gratuito da guide preparate e competenti prima della chiusura che avverrà il 28 febbraio.

Appuntamento alle 17.00 a Palazzo Tozzoni in via Garibaldi 18.

Leggi
Domenica 28 gennaio e sabato 24 febbraio 2018

Incontro con gli Archivi Mazzini

Domenica 28 gennaio e sabato 24 febbraio 2018 alle ore 16,00 verrà proiettato il film  “Il lato nascosto della moda” alla presenza della curatrice della mostra e degli Archivi Mazzini, Carla Marangoni e del regista Mauro Bartoli. Seguirà una visita guidata gratuita alla mostra.

Leggi
mercoledì 17 gennaio

Concorso “Fotografando con Stile”

La Fondazione Cassa di Risparmio di Imola in collaborazione con i Musei Civici di Imola indice un CONTEST FOTOGRAFICO in occasione della mostra Ricerche di Stile.

Le immagini dovranno raccontare la mostra attraverso i tanti e diversi punti di vista che essa offre, facendosi ispirare dal dialogo che nasce tra i 150 abiti esposti e l’elegante dimora nobile settecentesca, focalizzando l’attenzione sugli abiti esposti ma anche raccontando il quotidiano passaggio dei visitatori.

Sarà premiata la fotografia in grado di raccontare meglio il senso di questa esposizione.

SCARICA BANDO DI CONCORSO

Leggi